Green Towers

Le Green Towers sono una nuova famiglia di pale eoliche efficienti, scalabili e a basso impatto visivo che funzionano grazie ad un principio brevettato mai utilizzato finora.

 

Da un’idea di Giuseppe Cosentino e con la collaborazione di Alessandro Russo e Alfonso Coppola, nascono le Green Towers, una famiglia di pale eoliche innovative. Esse sfruttano un doppio principio termodinamico rispetto alle attuali pale eoliche presenti sul mercato, in particolare:

Primo modello (GT1)

Sfrutta delle flange elicoidali disposte tangenzialmente ad un cilindro per catturare le correnti orizzontali del vento provenienti  da qualsiasi direzione. L’apertura presente alla base permette all’aria di passare naturalmente da una pressione maggiore ad una pressione minore scorrendo all’interno del cilindro per raggiungere l’apertura superiore. Durante questa fase, la corrente ascensionale viene “amplificata” grazie alla base color nero, che ha il compito di riscaldarsi per irraggiamento solare e di contribuire in maniera significativa a creare una zona di alta pressione alla base della torre. La corrente ascensionale viene convertita in moto circolare, grazie a degli elicoidi interni al cilindro. Sfruttando questo doppio principio,  si aumenta in modo significativo l’efficienza di produzione e la pala inizia a ruotare per velocità di Startup del vento più basse rispetto  alle pale presenti sul mercato.

Secondo modello (GT2)

Questo modello è stato progettato per essere integrato in strutture che si sviluppano su grandi dislivelli. Oltre ad avere in cima un elicoide che sfrutta le correnti orizzontali provenienti da diverse direzioni, la struttura della pala è composta da un condotto in cui sono presenti delle eliche che convertono la corrente ascensionale proveniente dalla base della costruzione in energia elettrica. In questo caso si andrebbe ad utilizzare una pala ad asse verticale Darrieus come principale “motore” di rotazione, sfruttando però una struttura fissa interna alla costruzione per la corrente ascensionale, in cui sono posizionate delle quadripale a diverse altezze e sfasate di 15° tra loro. Esse sono agganciate all’asse centrale tramite cui la rotazione viene trasmessa al moltiplicatore di giri e al motore per la produzione di energia elettrica.

2022
Progetto
Smart City

Cosa migliora?

Alcune delle problematiche più comuni per la mancata diffusione delle pale eoliche su larga scala sono: velocità di startup (elevata velocità del vento per avviare la rotazione), impatto estetico (difficile integrazione in zone naturalistiche) e pericolosità parti in movimento (la rotazione delle pale diventa un pericolo per animali e uomini). Inoltre, la sua rotazione talvolta comporta un rumore costante che peggiora con il passare del tempo e la manutenzione risulta pericolosa e costosa a causa del posizionamento in alta quota del motore, della meccanica e della centrale di controllo.

Tutte queste problematiche sono state risolte sviluppando un dispositivo che sfrutta tre principi fisici per generare una rotazione:

  1. la differenza di pressione orizzontale del vento

 

  1. la differenza di pressione verticale di una colonna d’aria di altezza h

 

  1. lo spostamento ascensionale dell’aria calda
Contattaci per ricevere informazioni!

Perché è innovativa?

Brevetto

Sistema brevettato 100% Made in Italy

Scalabilità

I modelli possono coprire un range di produzione da 1KW a 1MW

Basso Impatto visivo

Assenza di pale rotanti

Efficienza

Doppio principio termodinamico

 Moltiplicatore di giri

Ottimizzazione trasmissione

Versatilità

Modelli da 2 a 200 Metri